Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

FacebookTwitter
Martedì, 12 Aprile 2016 06:43

Comunicazione prorogata per il 2016

Vota questo articolo
(1 Vota)

Con decreto del 23 marzo, a firma del sottosegretario Castiglione, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale in data 8 aprile, arriva dal Mipaaf la proroga della validità della Comunicazione obbligatoria per la pesca ricreativa in mare a tutto il 2016.

La Comunicazione era scaduta il 31 dicembre 2015 ed è difficile pensare che il vuoto di tre mesi sia casuale, dovuto alle tradizionali complicazioni delle nostre burocrazie ministeriali o alla sbadataggine di qualche funzionario.
Il problema era stato sollevato a più riprese prima e dopo la scadenza e si era arrivati a casi nei quali si lamentava che le AMP non avrebbero rilasciato autorizzazioni alla pesca ricreativa a causa della mancanza della Comunicazione obbligatoria in corso di validità nella documentazione dei richiedenti.
Il problema che verosimilmente è intervenuto è stato quello che nelle intenzioni dei legislatori doveva (e dovrà) essere la soluzione al problema stesso, ovvero l'istituzione di una licenza onerosa, che avrebbe dovuto essere introdotta da inizio 2016, ma per la quale non è stato possibile completare per tempo l'iter legislativo, anche grazie alla forte opposizione del settore ricreativo.
Una licenza che chiamiamo tale essendole assegnata anche una funzione di autorizzazione alla pesca ma che si configura chiaramente solo come strumento per la contribuzione del settore ricreativo al sostegno della filiera commerciale.
Rimandato il provvedimento al prossimo anno, il Mipaaf a quanto pare non si è fatto nessuna fretta e ci certifica adesso la regolarità della pesca ricreativa in mare sulla base della vecchia Comunicazione per tutto l'anno in corso.
Nel frattempo allo stesso Ministero era giunta una proposta circostanziata per restituire alla Comunicazione la finalità scientifica originaria con un secondo ciclo di rilevazione completamente rinnovato e legato ad un programma di ricerca sul settore ricreativo a livello nazionale.
Proposta ignorata, come prevedibile nel corto circuito istituzionale che chiede dati che dimostrino che lo sforzo di pesca ricreativo pesa sulla filiera commerciale ma si oppone al finanziamento di una ricerca specifica sul settore ricreativo, verosimilmente temendo che i dati possano dimostrare il contrario.
Che il sottosegretario scriva che la finalità della proroga è di "garantire la prosecuzione dell'attività di monitoraggio sull'esercizio dell'attività di pesca sportiva e ricreativa", dimostra nuovamente come il Mipaaf intenda il "monitoraggio” finalizzato al perseguimento di altro che non della ricerca visto che sono passati 5 anni dall'istituzione della Comunicazione senza che lo stesso Ministero abbia fatto assolutamente niente (ed abbia ignorato le numerose richieste in questo senso) per la ricerca che doveva seguire alla prima fase di raccolta di dati demografici.
La proroga alla fine è un atto dovuto, presentato come una concessione data svogliatamente a distanza di tre mesi e fatta sospirare abbastanza da farcene essere contenti. Una proroga in attesa d'altro che, con molta probabilità ed in barba a tutte le motivazioni originarie della Comunicazione obbligatoria, salutata a suo tempo come uno strumento a favore della pesca ricreativa, non sarà appunto un piano di ricerca ma solo una licenza a pagamento imposta in modo arbitrario.
Forse con la licenza ci saranno anche più controlli, molto probabilmente nella direzione sbagliata, ovvero solo per controllare che si sia pagato il balzello.
Fino a capodanno quindi tutti liberi con la propria coscienza perché si pesca in regola con la legge e in caso contrario neanche si rischia niente: poi si vedrà.

Leggi il decreto in formato .pdf

Letto 39772 volte

Tag tonno rosso

Album fotografico

stop view
/
      ozio_gallery_fuerte
      Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura

      Puoi sostenere il lavoro di APR
      con una donazione

      Sostengono APR

      Poster UE
      Pesci del Mediterraneo
      Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

      -

      Glossario scientifico GFCM in inglese