Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

FacebookTwitter
Giovedì, 28 Giugno 2012 12:00

Misure minime pesca in mare

Vota questo articolo
(23 Voti)

La regolamentazione della pesca prescrive l’obbligo  di rispetto di misure minime per i pesci pescati. Al di sotto del limite fissato i pesci devono essere rilasciati mentre sopra lo stesso limite possono essere prelevati fino ad un quantitativo massimo anch’esso stabilito per legge.

La più comune finalità della misura minima è dare la possibilità per i pesci di potersi riprodurre almeno una volta mentre il limite di carniere pone una misura di buon senso al quantitativo destinabile al consumo alimentare diretto.

Per le acque interne sono Regioni,  Provincie e concessionari di zone in gestione a stabilire i limiti mentre per il mare abbiamo la sovrapposizione di una norma nazionale (DPR 1639 del 02/10/1968), di una Direttiva Europea (Regolamento (CE) N. 1967/2006 del Consiglio del 21 dicembre 2006) e di una norma locale per la regione Sardegna (D.A.D.A.R.S. 412 del 10.05.1995). All’elenco di specie della Direttiva Europea si aggiungono le specie mancanti elencate dal DPR 1639/1968 e per la Sardegna altre specie e misure più elevate rispetto alla Direttiva ed al DPR.

Il limite di carniere per la pesca ricreativa in mare è espresso in peso complessivo e fissato in 5 kg al giorno. Per le specie con misura minima in centimetri molto bassa l’effetto è di poter prelevare un alto numero di capi.

Ci sono pescatori che preferiscono misure minime più basse per avere maggiori possibilità di prelievo per uso alimentare ed altri che ne chiedono l’aumento per avere maggiore disponibilità di pesci di maggiore taglia. I gestori dovrebbero operare per l’elevazione del limite come strumento per una maggiore tutela delle popolazioni ittiche garantendo più cicli riproduttivi agli individui di ogni specie.

Occorre notare che il prelievo concentrato sui pesci di taglia maggiore elimina selettivamente i riproduttori migliori e le prede maggiormente ricercate ai pescatori. Per questo esistono, in acque interne, regolamentazioni con  una misura minima ed una misura massima (slot) che prevedono il rilascio obbligatorio dei pesci al di sotto e al di sopra delle taglie limite.

Per tutte le specie che non hanno una misura minima la legge ne stabilisce una comune attualmente di soli 7 cm alla quale vengono riferite anche specie di grande pregio per la pesca che raggiungono taglie elevate

Dal settore ricreativo vengono richieste di inasprimento di queste misure di tutela a partire dall’inclusione in elenco di tutte le specie comunemente oggetto di pesca, come bene espresso nella norma della Regione Sardegna che sottrae al minimo comune di 7 centimetri specie di grande taglia come la Ricciola o il Dentice. Viene richiesto un aumento delle misure minime con il fine di permettere ai pesci più cicli riproduttivi e un limite quantitativo in capi per quelle specie per le quali il limite di peso complessivo del carniere consenta il prelievo di più di un capo. Nel caso della spigola ad esempio 5kg di peso di esemplari di 25 cm di lunghezza,  misura minima attualmente in vigore, consistono in più di 30 pesci.

Misure Minime nazionali in vigore

Nome comune Nome Scientifico Misura minima Normativa
Spigola o Branzino Dicentrarchus labrax 25 cm Reg.CE 1967/2006
Sparaglione Diplodus annularis 12 cm Reg.CE 1967/2006
Sarago pizzuto Diplodus puntazzo 18 cm Reg.CE 1967/2006
Sarago maggiore Diplodus sargus 23 cm Reg.CE 1967/2006
Sarago testa nera Diplodus vulgaris 18 cm Reg.CE 1967/2006
Acciuga Engraulis encrasicolus 9 cm Reg.CE 1967/2006
Cernie Epinephelus spp.
Specie comuni nel Mediterraneo
Epinephelus marginatus
Epinephelus aeneus
Epinephelus costae
Epinephelus caninus
45 cm Reg.CE 1967/2006
Mormora Lithognathus mormyrus 20 cm Reg.CE 1967/2006
Merluzzo o Nasello Merluccius merluccius 20 cm Reg.CE 1967/2006
Triglie Mullus spp.
Specie Comuni nel Mediterraneo
Mullus surmuletus
Mullus barbatus
11 cm Reg.CE 1967/2006
Pagello mafrone Pagellus acarne 17 cm Reg.CE 1967/2006
Occhialone Pagellus bogaraveo 33 cm Reg.CE 1967/2006
Pagello fragolino Pagellus erythrinus 15 cm Reg.CE 1967/2006
Pagro mediterraneo Pagrus pagrus 18 cm Reg.CE 1967/2006
Cernia di fondale Polyprion americanus 45 cm Reg.CE 1967/2006
Sardina Sardina pilchardus 11 cm Reg.CE 1967/2006
Sgombro Scomber spp.
Specie Comuni nel Mediterraneo
Scomber scombrus
Scomber colias
18 cm Reg.CE 1967/2006
Sogliola Solea vulgaris 20 cm Reg.CE 1967/2006
Orata Sparus aurata 20 cm Reg.CE 1967/2006
Suro o Sugarello Trachurus spp.
Specie Comuni nel Mediterraneo
Trachurus trachurus
Trachurus mediterraneus
Trachurus picturatus
15 cm

Reg.CE 1967/2006

Pesce spada Xiphias gladius 140 cm D.P.R. 1639/68
Tonno rosso Thunnus thynnus 30 Kg o 115 cm Reg. CE 302/2009
Tonnetto o Alletterato Euthynnus alletteratus 30 cm D.P.R. 1639/68
Albacora Thunnus albacares 3,2 Kg Reg. CE 973/2001
Tonno obeso Thunnus obesus 3,2 Kg Reg. CE 973/2001
Alalunga o Tonno bianco Thunnus alalunga 40 cm D.P.R. 1639/68
Anguilla Anguilla anguilla 25 cm D.P.R. 1639/68
Cefalo Mugil spp 20 cm D.P.R. 1639/68
Gobius ophiocephalus 12 cm D.P.R. 1639/68
Palamita Sarda sarda 25 cm D.P.R. 1639/68
Passera pianuzza Platichthys flesus 15 cm D.P.R. 1639/68
Storione ladano Huso huso 100 cm D.P.R. 1639/68
Storione Acipenser sturio VIETATO D.M. 3/5/89 – D.M. 11/6/07
Storione cobice Acipenser naccari VIETATO D.M. 5/5/89 D.P.R. 357/97 D.M. 11/6/07

 




Misure Minime in vigore per la Regione Sardegna

D.A.D.A.R.S. NR. 412 DEL 10.05.1995

Nome comune Nome Scientifico Misura minima
Alosa Alosa fallax cm 30
Anguilla Anguilla anguilla cm 28
Aguglia Belone belone cm 25
Boga Boops boops cm 15
Linguattola Citharus linguatula cm 15
Grongo Conger conger cm 50
Lampuga Coryphaena hippurus cm 60
Spigola Dicentrarchus labrax cm 25
Sparlotta Diplodus annularis cm 12
Saraghi Diplodus spp.
Diplodus puntazzo
Diplodus sargus
Diplodus vulgaris
cm 20
Acciuga Engraulis encrasicolus cm 9
Tonnetto Euthynnus alletteratus cm 30
Murena nera Gymnothorax unicolor cm 60
Tordi Labrus merula
Labrus vividis
cm 20
Rombo quattrocchi Lepidorhombus boscii cm 20
Leccia Lichia amia cm 60
Mormora Lithognathus mormyrus cm 15
Budego Lophius budegassa cm 20
Rana pescatrice Lophius piscatorius cm 40
Nasello Merluccius merluccius cm 20
Potassolo Micromesistius poutassou cm 20
Triglia di fango Mullus barbatus cm 11
Triglia di scoglio Mullus surmuletus cm 11
Cefalo Mugil spp. cm 25
Muggine Liza spp.
Liza aurata
Liza ramada
Liza saliens
cm 20
Cernia Epinephelus guaza cm 30
Murena Muraena helena cm 60
Occhiata Oblada melanura cm 15
Pagello bastardo Pagellus acarne cm 15
Occhione o babaurredda Pagellus bogaraveo cm 25
Pagello fragolino Pagellus erythinus cm 20
Parago Pagrus pagrus cm 25
Mustella o mustia Phycis blennoides cm 20
Cernia di fondale Polyprion americanus cm 45
Rombo chiodato Psetta maxima cm 25
Palamita Sarda sarda cm 25
Salpa Sarpa salpa cm 15
Corvina Sciaena umbra cm 20
Sgombro Scomber scombrus cm 18
Ricciola Seriola dumerili cm 60
Sogliola comune Solea vulgaris cm 20
Orata Sparus aurata cm 20
Luccio di mare Sphyraena sphyraena cm 30
Tanuta Spondyliosoma cantharus cm 15
Tonno Thunnus thynnus cm 115 kg 30
Tonno alalunga Thunnus alalunga cm 40
Surello o suro Trachurus mediterraneus cm 12
Merluzzetto Trisopterus minutus capelanus cm 12
Pesce spada Xiphias gladius cm 140
Ombrina Umbrina cirrosa cm 25
Pesce San Pietro Zeus faber cm 30
Dentice Dentex spp.
Dentex dentex
Dentex gibbosus
Dentex macrophthalmus
cm 30
Letto 89353 volte
Altro in questa categoria: « Reti in foce? Catch & Release »

Puoi sostenere il lavoro di APR
con una donazione

Sostengono APR

Poster UE
Pesci del Mediterraneo
Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

-

Glossario scientifico GFCM in inglese