Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

FacebookTwitter
Mercoledì, 17 Settembre 2014 00:00

Campagna nazionale per la gestione della spigola In evidenza

Vota questo articolo
(5 Voti)

Comunicato stampa di APR

Leggi in Italiano - read in English

Campagna nazionale per la gestione della spigola

La spigola (Dicentrarchus labrax) è una delle specie più importanti e di maggior valore per la pesca ricreativa e per le attività economiche che ne dipendono.

L'evidente declino della popolazione di spigole selvatiche, che potrebbero essere naturalmente abbondanti e presenti con esemplari di tutte le classi di età nei nostri mari,  evidenzia la necessità di valutazione degli stock e delle attività di pesca ad essi correlate. In Italia, la carenza di tali dati, rende difficile l'implementazione di una corretta gestione.

La crisi delle popolazioni di spigole del Mediterraneo è un forte freno alla economia della pesca ricreativa e produce una ingente perdita sia di reddito che di posti di lavoro.

La nostra costa ha un immenso potenziale di risorse ittiche che attende di essere liberato attraverso una migliore gestione, con  beneficio del settore di pesca ricreativa. Popolazioni in salute di spigole selvatiche sono un forte richiamo per i pescatori ricreativi italiani e stranieri. Più pescatori ricreativi significano più economia e posti di lavoro per le comunità costiere e per l'Italia.

Nell'assenza di un piano nazionale di gestione,  dovrebbe essere adottato un approccio precauzionale attraverso l'introduzione di restrizioni tecniche a carico dei pescatori sia commerciali che ricreativi, con l'obiettivo di tutelare gli habitat sensibili e ridurre lo sforzo di pesca. Senza dimenticare che gli accorgimenti tecnici generano una maggiore e più diffusa disponibilità di pesci solo se affiancati da una efficace attività di contrasto alla pesca  illegale.

Cosa vogliamo

  • La realizzazione di un programma di ricerca scientifica per il monitoraggio degli stock selvatici di spigola e della pesca commerciale e ricreativa a loro indirizzata.
  • La realizzazione di un piano nazionale di gestione della spigola.
  • L'innalzamento della misura minima della spigola a 40 cm per dare ai pesci la possibilità di  riprodursi almeno una volta.
  • L'istituzione di un carniere ricreativo giornaliero in capi.
  • Il divieto totale all'uso di reti, palangari ed attrezzi da pesca passivi in una fascia di 500 metri dalla costa indipendentemente dalla profondità del fondale.
  • L'armonizzazione delle normative riguardanti le acque interne salmastre e le acque marittime.
  • Un piano di controlli mirati della filiera ittica locale per il contrasto della pesca illegale e della vendita illegale del pescato.


17 Settembre 2014

Scarica il Comunicato stampa gestione spigola


Sea Bass management - Italian campaign

Sea bass (Dicentrarchus labrax) is one of the most valuable and  important  fish in Mediterranean coastal waters for recreational fishing and its related economy.

The evident decline of the wild stock, which could be naturally abundant in our seas, highlights the urgency of stock and fisheries assessment. Lack of these data makes implementation of  proper management difficult.

The critical situation of sea bass stock  in the Mediterranean adversely affects  the recreational fishing economy with loss of income and jobs.

Italian coastal areas have a huge potential to be exploited which could benefit the recreational fishing sector. More and bigger bass would attract more anglers from Italy and abroad. More recreational anglers means more economy and more jobs to coastal communities and the Italian economy.

With the lack of a national management plan for sea bass, a precautionary approach should be adopted. Technical restrictions to both commercial and recreational fishing are required in order to protect essential fish habitats and to reduce the fishing effort  but they are inadequate for the purpose without a proper control policy and enforcement on  illegal fishing.

What we want in the Mediterranean Fishery

  • A research program to assess the wild sea bass stock and the related recreational and commercial fisheries.
  • A national sea bass management plan.
  • The minimun landing size set at 40 cm to give most fish the chance to spawn at least once.
  • A recreational daily bag limit set in number of fish.
  • The prohibition of nets, longlines and passive fishing gear within 500 metres from the shore whatever the water depth.
  • The inland brackish waters and  sea waters regulation to be harmonized.
  • A control scheme on seafood supply chain, enforced at local level, to fight illegal fishing and illegal sales of catches.

 

17 September 2014

Download Sea Bass management - Italian campaign

Letto 7328 volte

Puoi sostenere il lavoro di APR
con una donazione

Sostengono APR

Poster UE
Pesci del Mediterraneo
Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

-

Glossario scientifico GFCM in inglese