Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

FacebookTwitter
Mercoledì, 29 Gennaio 2014 15:30

Richiesta di modifica Regolamento Mediterraneo

Vota questo articolo
(0 Voti)

La pesca ricreativa italiana per la prima volta si rivolge all'Unione Europea chiedendo ai membri italiani del Parlamento Europeo che partecipano alla Commissione Pesca ed alla Commissione Ambiente di sostenere una richiesta di revisione del Regolamento Mediterraneo CE 1967/2006.

Il settore della pesca commerciale si è recentemente rivolto al Parlamento Europeo per chiedere la modifica del Regolamento , manifestando allarme per i problemi a carico del comparto dovuti alle restrizioni imposte alle attività di pesca. I pescatori commerciali lamentano vari aspetti tecnici che restringono le loro attività.

L'attuale turno di presidenza italiana del Consiglio dell'Unione Europea costituisce un forte stimolo al dibattito sulla possibilità di modifica del Regolamento sulla base dei riscontri dei risultati di gestione ed anche i portatori interessi della pesca non commerciale richiamano con forza la necessità che attraverso la regolamentazione della pesca vengano tutelate le risorse e venga riconosciuto e promosso il valore socio economico e gestionale della pesca ricreativa.

Il sempre più manifesto degrado delle risorse costiere dovuto principalmente a vuoti gestionali, a carenze normative ed alla scarsa implementazione delle politiche di controllo richiedono che la normativa Europea svolga il suo ruolo tenendo in considerazione la pesca non commerciale come attività sostenibile che alimenta un settore economico forte e dotato di un fortissimo potenziale di sviluppo.

In particolare la richiesta è rivolta agli aspetti oggetto oggetto di regolamentazione comunitaria ovvero la necessità di una maggiore restrittività delle misure minime (da istituire per varie specie di alto pregio e da aumentare per quelle per cui è già prevista) e delle limitazioni spaziali creando una fascia di rispetto di alcune centinaia di metri a ridosso della riva dove vietare l'uso di reti e di palangari. Inoltre viene richiesta l'adozione delle indicazioni del CCR MED per l'eliminazione della deroga alla commercializzazione delle catture delle gare di pesca sportiva e per escludere gli attrezzi passivi da quelli permessi per la pesca ricreativa, togliendo dalla norma il riferimento esclusivo alle specie migratorie per estendere la prescrizione a tutte le specie.


La richiesta formale è stata sottoscritta dalle seguenti associazioni:

  • APR Alleanza Pescatori Ricreativi
  • Associazione Per il Mare
  • Biggame Italia
  • EFSA European Federation of Sea Anglers
  • FIPSAS Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee

Vedi la richiesta in formato pdf

 

 

 

 

Letto 2623 volte

Tag tonno rosso

Album fotografico

stop view
/
      ozio_gallery_fuerte
      Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura

      Puoi sostenere il lavoro di APR
      con una donazione

      Sostengono APR

      Poster UE
      Pesci del Mediterraneo
      Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

      -

      Glossario scientifico GFCM in inglese