Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

FacebookTwitter
Lunedì, 01 Aprile 2013 12:41

AQUATRACE - I pescatori ricreativi di APR collaborano al progetto

Vota questo articolo
(0 Voti)

APR collabora con ISPRA (Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) per il  progetto europeo AQUATRACE.
Selezionati anglers in Toscana, Campania, Calabria e Sardegna forniranno al dipartimento Aquacoltura di ISPRA, laboratorio di Biologia Molecolare, entro maggio 2013, alcuni campioni di pinna caudale di spigola e i dati (lunghezza e peso) dell'esemplare catturato per la prima parte del progetto che vede la messa a punto del sistema di indagine.

Perchè  AQUATRACE?

Il progetto europeo prevede lo sviluppo di strumenti di tracciatura e valutazione dell'impatto genetico dell'acquacoltura sui pesci selvatici. Tale analisi, comunemente nota per lo studio dell' impatto degli allevamenti di salmone sugli stock di salmone selvatico, viene ora estesa ad altre specie: Spigola, Orata, Rombo Chiodato.

Le variazioni genetiche associate alla domesticazione in acquacoltura rappresentano una crescente minaccia per l'integrità del pool di geni dei pesci selvatici. Di conseguenza, vi
è la necessità di sviluppare  strumenti molecolari per valutare e monitorare l'impatto genetico di pesci di allevamento sfuggiti o rilasciati.  Inoltre, l'esplorazione dei legami fondamentali nelle  differenze genetiche tra i pesci d'allevamento e gli esemplari selvatici e le differenze nella tipologia di vita  con conseguenze sulla forma fisica  sono i presupposti fondamentali per la progettazione di strategie di gestione biologicamente consapevoli. Il progetto AquaTrace  mira ad avviare una panoramica delle attuali conoscenze in materia di acquacoltura, di risorse genomiche e di progetti di ricerca precedenti per le specie marine di spigola,  orata e rombo. Il progetto applica metodi genomici all'avanguardia per lo sviluppo di strumenti genetici (basati sul DNA)  efficaci, economicamente efficienti,  legalmente validi e genericamente applicabili per identificare e rintracciare l'impatto dei pesci di allevamento allo stato brado.

Il progetto dovrebbe facilitare il trasferimento di tecnologia nel settore dell'acquacoltura attraverso la promozione di migliori pratiche di allevamento per lo sviluppo sostenibile dell'acquacoltura europea e la tracciabilità lungo tutta la catena di produzione per il raggiungimento del buono stato ecologico in linea con la Direttiva Quadro sulla Strategia Marina (MSFD).

Letto 3406 volte

Tag tonno rosso

Album fotografico

stop view
/
      ozio_gallery_fuerte
      Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura

      Puoi sostenere il lavoro di APR
      con una donazione

      Sostengono APR

      Poster UE
      Pesci del Mediterraneo
      Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

      -

      Glossario scientifico GFCM in inglese