Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

FacebookTwitter
Mercoledì, 10 Ottobre 2012 17:54

Lago di Viverone

Vota questo articolo
(0 Voti)
Pubblicato il report attività 2009-2011 Lago di Viverone. Nell'ambito del Dlgs 116/08 recepimento della direttiva 2006/7/CE che regola la gestione della qualità delle acque di balneazione, l'ARPA ha iniziato la valutazione delle acque ai sensi della 2000/60 WFD. 


Importante l'inquadramento normativo:
"...l’implementazione della Direttiva 2000/60 CE (WFD) che istituisce a livello europeo un quadro di riferimento per la definizione dei piani di gestione a scala di distretto idrografico finalizzati alla - 6 - pianificazione delle misure necessarie per il raggiungimento degli obiettivi di qualità fissati a livello europeo e delle attività di monitoraggio per le diverse categorie di acque superficiali (fiumi e laghi) e sotterranee. La WFD e la Direttiva 2008/105/CE, recepite formalmente dal D.Lgs. 152/06 e dai successivi decreti nazionali emanati che ne modificano le norme tecniche, hanno introdotto significativi elementi di innovazione rispetto alla normativa precedente nella disciplina delle attività di monitoraggio, portando ad una rivisitazione profonda delle reti di monitoraggio e della gestione delle attività che dal 2009 è dventata operativa. "

Sono interessanti le valutazioni espresse nel paragrafo 4.5 Valutazione nuovi indici WFD


"La situazione sembra migliore di quella delineata dai vecchi indici passando da Scadente/Pessimo a Sufficiente, occorre tuttavia ricordare che la nuova normativa non distingue per gli elementi chimico-fisici a supporto livelli peggiori del livello 3 a cui sono attribuiti quasi tutti gli indicatori considerati. Inoltre mentre gli indici precedenti delineavano, da soli, lo stato di qualità ambientale, l’LTLeco andrà confrontato con gli altri indici biologici per l’attribuzione dello stato Ecologico ed in ogni caso lo stato Sufficiente è comunque Non Buono e quindi non raggiungerebbe l’obiettivo prefissato dalla normativa per il dicembre 2015."


Potete scaricare il report dell'ARPA
Letto 3421 volte

Tag tonno rosso

Album fotografico

stop view
/
      ozio_gallery_fuerte
      Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura

      Puoi sostenere il lavoro di APR
      con una donazione

      Sostengono APR

      Poster UE
      Pesci del Mediterraneo
      Clicca sulle immagini per scaricare i pdf

      -

      Glossario scientifico GFCM in inglese